LITI, AMORI, RITIRI TEMPORANEI E MINACCIATI: COSA BOLLE IN PENTOLA NELLO SCI FEMMINILE?

Qualche tensione in casa austriaca, con la dominatrice della stagione Anna Fenninger sul piede di guerra con la sua Federazione, desiderosa di cambiare pagina e di chiudere la collaborazione con il suo manager – Klaus Karcher – a cui la campionessa salisburghese è legatissima. La presa di posizione della campionessa del mondo in carica sulla vicenda è stata più che decisa, arrivando a minacciare addirittura il ritiro dalle competizioni qualora il braccio di ferro non si risolvesse a suo favore.

Tensioni di tutt’altro tipo e che riguardano più la sfera privata ed affettiva che quella meramente professionale, hanno invece coinvolto Lindsey Vonn: la campionessa americana ha infatti annunciato, tramite social network, la rottura della sua relazione con l’asso del golf Tiger Woods. La coppia, forse la prima al mondo in quanto a talento sportivo, si lascia dopo tre anni di relazione.

Ma la notizia più eclatante è senza dubbio quella che riguarda l’asso dello sci femminile sloveno, Tina Maze.  La fuoriclasse jugoslava, vincitrice di tutto quel che si poteva vincere in carriera – dagli ori olimpici a quelli mondiali, dalle Coppe di specialità alla Coppa del Mondo generale – ha infatti annunciato l’intenzione di prendersi un anno sabbatico. Motivo? “Il mio corpo e la mia mente hanno bisogno di un riposo più lungo del solito. Mi prenderò una pausa di un anno prima di prendere qualsiasi decisione ulteriore.” Il tormentone è ovviamente diventato subito quello di sapere se tornerà o meno a gareggiare: con un palmares ricco di tutto quel che una sciatrice sogna da quando era bambina, e considerando che dovrebbe tornare ai serrati ritmi agonistici a 33 anni (ne ha appena compiuti 32) dopo un anno di pausa, la domanda è tutt’altro che scontato.

I prossimi mesi ci regaleranno i nuovi sviluppi sull’intera vicenda.

indietro